Con la Legge di Bilancio 2018  la  detrazione fiscale Irpef al 50 %  per le ristrutturazioni edilizie è stata prorogata di un anno, varrà quindi per i lavori effettuati fino al 31 dicembre 2018.

Sarà possibile beneficiare della detrazione per un importo pari al 50% delle spese sostenute, fino a un limite massimo di spesa di  € 96.000 per ciascuna unità immobiliare.   

A partire dal 1° gennaio 2019 il bonus per lavori di ristrutturazione edilizia tornerà alla misura originaria prevista dall’art. 16-bis del TUIR, ovvero una detrazione Irpef pari al 36% delle spese sostenute, fino al limite di 48.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Per quali lavori spetta la detrazione?                                                                                                       Il bonus ristrutturazioni 2018 spetta per:

  • lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di edifici residenziali, cioè su condomini (interventi indicati alle lettere a), b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001);
  • interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze (interventi elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001);
  • lavori necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi, anche se questi lavori non rientrano nelle categorie precedenti e a condizione che sia stato dichiarato lo stato di emergenza;
  • interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali;
  • lavori finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Lavori di bonifica dall’amianto e di opere volte alla sicurezza domestica;

Per ulteriori dettagli è possibile consultare la guida dell’Agenzia delle Entrate.

Le novità                                                                                                                                                                                                                                          La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto importanti novità sui bonus casa per i contribuenti:

  • per quanto riguarda l’Ecobonus al 65%, sono previste delle novità importanti: è prevista l’applicazione dell’aliquota al 50% per l’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A, acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a un valore massimo della detrazione di 30.000 euro;
  • anche per il 2018 sarà possibile beneficiare delbonus mobili. La detrazione sarà pari al 50% della spesa sostenuta ed entro il limite di 10.000 euro, ma potrà essere richiesto solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2017. La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.
  • incrementati ed estesi gli incentivi per le opere di antisismica e di sicurezza;
  • nuovo bonus verde al 36% ovvero la detrazione del 36% e fino a 5.000 euro di spesa per la cura di giardini e terrazzi privati.

Per usufruire della detrazione, è necessario inviare, quando prevista, all’Azienda sanitaria locale competente per territorio, prima di iniziare i lavori, una comunicazione con raccomandata A.R., tranne nei casi in cui le norme sulle condizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono l’obbligo della notifica preliminare alla Asl, ma soprattutto pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

Per usufruire della detrazione è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione. Inoltre la Legge Finanziaria 2018 ha previsto l’invio di schede da inviare all’ENEA per le detrazioni fiscali del 50% relative alla semplice ristrutturazione, schede che attualmente sono in fase di realizzazione e saranno pronte a breve.


Commenti

antonio1 antonio1

Hai bisogno di un prestito urgente oggi?
Possiamo aiutarti con il prestito
Contattaci oggi (montesana.antonio10@gmail.com)
Aggiungi un commento: Login / Registrazione



Copyright © 2020 GIOBA s.r.l. | Sede legale : Piazza Vittorio Veneto, 15 - 13900 BIELLA (BI) | C.F. e P. IVA 02462060027 REA . BI - 0190609
Cap. Soc. : € 90.000,00